fumetti

Ho iniziato a realizzare fumetti nel 2010 e non ho più smesso. Fu subito dopo aver terminato il corso di illustrazione, di cui appresi sufficienti strumenti e che scelsi di interrompere a circa metà del percorso anche per l'affanno che la scuola trasmetteva nel concetto di fare arte. Non avrei comunque abbandonato senza un tratto che avesse permesso già di credere in me stessa e poter poi volare in autonomia. Terminata quella corsa nemmeno goduta, e per progetti non chiari, potei rilassarmi e là sbocciarono i primi fumetti e poi a fiumi uno dopo l'altro.

Il primo di tutti da lì in avanti fu questo che vi allego accanto e che col senno di poi ha un titolo ancor più emblematico: Chi sono io?

Qui in sezione Fumetti ve ne riporto intanto alcuni e poi molti altri successivi nelle sottopagine.

Naturalmente una ricchissima e ampia serie è puramente autobiografica, così che qui nel sito potete vedere diverse tavole con accanto delle ulteriori spiegazioni testuali; inserirli tutti sarebbe davvero troppo perché in questi anni sono stati tantissimi, ma sicuramente molto presto potrete acquistare i miei ebook ed i libri cartacei presso youcanprint piattaforma di autopubblicazione e, tra i lavori sempre a breve troverete gli approfondimenti qui accennati ed i fumetti ulteriori. Vi invito dunque se vi interesso a tenere d'occhio il sito Youcanprint e precisamente me come autrice inserita (Cercarmi -search- con la lente immettendo Roberta Gelsomino nella barra apposita).

Questi altri sono più o meno della stessa epoca (particolari delle intere tavole, che narrano la mia storia e gli anni poco precedenti, molto probabilmente per mia finalità di indagine nel trattamento psicoterapeutico)

Potete vedere qui "2002", a diversi altri che narrano

altre fasi e gli stessi fumetti sono di diversi anni, un

paio qui sono davvero recenti.

Come detto potrete scoprire di che parlano e capirne la vicenda, che però posso già accennare in qualcosa. Nella tavola 2002 (precisamente la prima tavola dello stesso) è raccontato di quando mia sorella era in procinto di sposarsi e nello stesso periodo andavo in gita a Capri con la scuola, ero ai tempi molto pudica e impacciata, mortificata ma nella mia innocenza di allora e nell'ignoranza su tante cose importanti della mia vita, tutto sommato ero capace non in misura minore di apprezzare con gioia tanti piccoli grandi eventi e occasioni.

Non tornerei mai in quegli anni in cui peraltro ero di aspetto complessivo  più vecchia dei miei attuali 38 anni, ero una ragazza sostanzialmente raggirata e piena di paranoie edipiche e sensi di colpa assurdi e tanti freni anche dove potevo più divertirmi. Là, sì, ero veramente ammalata e nonostante fossi ben seguita da dottori e psicologi nonché sedata (!) dunque una giovinezza perduta anche perché in tutto ciò persi l'incanto e guadagnai forse fisime e nuove inevitabili difensive nel rapporto col mondo.

© 2016 by Roberta Gelsomino. Proudly created with Wix.com.

  • facebook-square
  • Twitter Square
  • Black YouTube Icon